Da giugno 2015 tutte le pensioni saranno in pagamento il primo del mese

mutui contributi inpsIl decreto legge 65 del 21 maggio 2015, ha stabilito il pagamento, da parte dell’Inps, degli arretrati dovuti ai pensionati, dopo la sentenza della corte costituzionale. Ma il decreto introduce anche una novità interessante e che non tutti conoscono. Si tratta di un cambiamento della data nella quale vengono pagate le pensioni.

Attualmente le pensioni vengono erogate, con varie cadenze, a seconda della propria prestazione pensionistica. Il pagamento avviene il primo giorno del mese per i titolari di pensioni Inps, il giorno 10 del mese per alcuni trattamenti sociali, e il giorno 16 di ogni mese per le pensioni dei dipendenti pubblici (ex Inpdap).

Il decreto elimina le scadenze dei giorni 10 e 16, e uniforma tutti i trattamenti erogati dall’Inps, che da giugno 2015, verranno pagati il primo giorno del mese.

Se siete pensionati Inps per voi con cambia nulla, ma se eravate nella gestione Inpdap, ricordate quindi, che le prossime pensioni vi arriveranno ad inizio mese.

Nella nuova data verranno erogati anche:

  • le indennità di accompagnamento e di frequenza
  • le prestazioni per gli invalidi civili
  • le rendite erogate dall’Inail (ma pagate dall’Inps)

Con questo provvedimento si cerca quindi di semplificare la situazione, in particolare per quei pensionati che sono titolari di un doppio trattamento pensionistico, ad esempio con pensione di vecchiaia Inps e pensione di reversibilità ex-Inpdap.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi