Inpdap a Roma vende immobili pericolanti

Inpdap a Roma vende immobili pericolantiA Roma, in via Montecassino sono stati messi sul mercato nel 2002 200 appartamenti di proprietà dell’Inpdap, nonostante avessero gravi problemi statici. Ora però la Procura s’è pronunciata, ed il reato è stato definito estinto.

Ci sono stati due proscioglimenti e due assoluzioni per la vendita nel quartiere Montesacro, benché le quattro palazzine interessate (in tutto 200 appartamenti) presentassero gravi problemi di staticità.

I giudici dell’ottava sezione penale del tribunale di Roma hanno disposto l’estinzione del reato, e quindi l’impossibilità di procedere nei confronti degli ex presidenti dell’Inpdap Rocco Familiari e Marco Staderini, succedutisi alla guida dell’ente previdenziale tra il 2002 e il 2012. Ora come noto l’Inpdap è confluito nell’Inps.

Gli imputati sono stati anche assolti dall’accusa di omissione in atti d’ufficio, in questo caso con la formula piena, visto che il fatto non sussiste, stesso dicasi per i tecnici Alberto Biggi e Francesco La Penna, che erano stati incaricati dall’Inpdap di verificare lo stato degli immobili, e non avevano segnalato criticità.

Per altri tecnici invece tutto rimandato a luglio, quando si continueranno a valutare eventuali altre omissione in atti d’ufficio. Ad ogni modo un brutto episodio. Come noto l’ente previdenziale italiano non naviga certo nell’oro, e per risanare il suo bilancio ricorre anche alla vendita di immobili, che in questo caso però, avevano non pochi problemi.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi