Assenteismo Inpdap – INPS, le cose stanno cambiando?

Inpdap - INPS, Assenteismo, le cose stanno cambiando?

Il fenomeno dell’assenteismo negli ultimi anni è stata una grossa piaga dell’Italia, che grazie ai “lasciar fare” dei governi precedenti non è riuscita ad arginare questa serie di episodi che dal Nord al Sud rendevano ancor di più inefficienti strutture pubbliche, uffici, ospedali, motorizzazioni ed in questo caso anche Inpdap ed Inps.

Ad Ancona infatti, un funzionario impiegato da questi enti, dopo essere stato colto più volte in flagranza di reato, è stato arrestato dalla polizia e il giudice, dopo l’interrogatorio di garanzia, ne ha convalidato l’arresto e ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione e firma alla polizia giudiziaria.

Sembra forse il primo caso dove veramente viene applicata la giustizia, dopo che l’imputato, negli orari di lavoro (risultati dal timbro del cartellino) era stato trovato dagli agenti che lo indagavano a lavare l’automobile o comunque a fare altre cose ben lontane dal suo impiego.

Gli agenti ovviamente, dopo aver analizzato più volte la situazione del funzionario, incrociando gli orari dei cartellini con quelli dei verbali hanno appurato, dopo una decina di volte, che era evidente la volontà di compiere il reato e pertanto dopo l’ennesima “scappatella” lo hanno arrestato.

Ma non è tutto, anche a Taranto risultano indagate ben 49 persone, che si scambiavano i favori timbrando i cartellini segnatempo dei colleghi. Truffa aggravata è il reato che gli è stato contestato, poiché inducendo in errore il datore di lavoro, l’Inps, hanno percepito indebitamente la retribuzione conseguendo così un ingiusto profitto e causando, dall’altra parte, un danno all’istituto di previdenza sociale di diverse migliaia di euro.

Nella speranza che la normativa, insieme all’operato delle forze dell’ordine, risolva la vicenda, numerosi sono stati negli ultimi anni gli assenteisti licenziati e costretti a risarcire gli enti pubblici presso cui lavoravano. Che qualcosa stia cambiando ? Staremo a vedere come si comporteranno le istituzioni prossimamente.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi