Mutui Inpdap, nuovi tassi a luglio 2015

mutui e immobiliPer i dipendenti pubblici, ex-Inpdap, che in passato hanno acceso un mutuo ipotecario a tasso fisso, per l’acquisto della loro prima casa, o per tutti coloro che fossero ora in procinto di stipulare un nuovo contratto di mutuo Inpdap, ci sono interessanti novità.

Il tasso di interesse è infatti sceso a luglio al 2,95%. A darne comunicazione è stata l’Inps in una sua nota ufficiale. Il provvedimento che ha comunicato, si applica alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali, e il nuovo tasso sarà applicato in automatico a tutti i mutui a tasso fisso già accessi, oltre che a quelli stipulati d’ora in avanti, salvo parere contrario del mutuatario, che dovrà espressamente comunicarlo.

Ricordiamo che con un mutuo Inpdap è possibile ottenere un finanziamento fino ad un massimo di 300.000 euro, da utilizzare per l’acquisto di un’abitazione sul territorio italiano, purché non si tratti di un’immobile di lusso, e non si possiedano già altre case.

La cifra richiesta sarà poi restituita, con interessi calcolati sulla base di tassi decisamente interessanti, attraverso un piano di ammortamento con durata da 10 a 30 anni.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi