Regolamento Mutui Inpdap 2016, scopriamo assieme quali sono le novità!

Regolamento Mutui Inpdap 2016

Anche quest’anno, se parliamo di Mutui Inpdap, confermiamo che l’Inps ha rinnovato l’erogazione dei mutui ipotecari, ma vi è un regolamento nuovo da tenere in seria considerazione!

Tanto per cominciare va detto che a tali agevolazioni possono accedere, al momento, solo:

  • Gli iscritti lavoratori che hanno un contratto a tempo indeterminato
  • I Pensionati che almeno da 1 anno sono iscritti alla gestione unitaria autonoma

Sempre in materia di mutui inpdap 2016 sottolineiamo che per ottenere il finanziamento, che si parli del singolo iscritto o di tutti gli elementi che compongono il suo nucleo familiare, essi non dovranno essere possessori di un secondo immobile, come residenza, in tutto il territorio nazionale; ci sono chiaramente anche delle eccezioni, come ad esempio quella data dalla volontà dell’iscritto di andarsi a ricreare un nucleo familiare che sia chiaramente ben distinto da quello con i suoi genitori.

Bisogna far riferimento anche a quella che sarà la somma massima erogabile, che se parliamo dell’acquisto di una nuova abitazione è pari a 300.000 €, mentre se l’oggetto in questione è quello di un mutuo per lavori di ristrutturazione, l’importo sarà pari al 40% dell’intero valore dell’immobile; tale valore chiaramente sarà stabilito a seguito di un’attenta perizia e non potrà comunque superare una somma pari a 150.000 €.

Quali sono i tassi relativi ai Mutui Inpdap 2016?

Nei mutui inpdap 2016 i tassi possono essere di due tipologie, vale a dire Tasso Fisso che è pari al 2.95% e poi troviamo il Variabile, il cui valore sarà stabilito in base a quello che è effettivo andamento dell’Euribor a 6 mesi.

I cosiddetti rimborsi, inoltre, hanno una durata variabile, stabilita a 10, 15, 20, 25 e 30 anni; solo gli iscritti che al momento di presentare la domanda, hanno compiuto i 65 anni, sono tenuti ad effettuare un rimborso in un arco di tempo massimo di 15 anni.

Se anche tu non sai ancora come inoltrare la domanda all’Inps, ti confermiamo che il tutto potrà essere fatto per via telematica, nelle seguenti date:

  • Dall’1 al 10 Gennaio
  • Dall’1 al 10 Maggio
  • Dall’1 al 10 Settembre


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi